Formazione: L.I.S.T. si è chiusa la prima edizione

L.I.S.T. – LOGISTIC INFRASTRUCTURE’ S SENIOR TECHNICIAN, Tecnico Superiore delle Infrastrutture Logistiche, è un corso biennale che punta a formare un professionista del settore mobilità ed esperto di logistica. Una figura richiesta nell’ ambito delle infrastrutture portuali e interportuali e nelle piattaforme di stoccaggio e di smistamento, all’ interno di imprese industriali, commerciali o di servizi. Si occupa anche della pianificazione, della gestione e del controllo flussi di merci e beni. Il corso prevede 2.000 ore di formazione, con 800 ore di stage lavorativo in imprese del settore.

Il corso si è svolto presso la nostra aula di formazione situata nella palazzina Colombo dell’ area direzionale.

La prima edizione ha riscosso un alto livello di soddisfazione fra i ragazzi, dovuta soprattutto al tasso di occupazione raggiunto ancor prima del termine effettivo del corso:

su 19 ragazzi infatti:

14  lavorano nel settore grazie al corso
1    ha continuato l’esperienza di stage in cui era stato inserito durante il corso, attraverso la formula del tirocinio formativo.
2    si sono iscritti a un corso di laurea ad indirizzo logistico (cambiando la facoltà inizialmente scelta)

Un ottimo risultato dunque, considerando anche il fatto che si tratta di ragazzi molto giovani e che al momento dell’iscrizione al corso erano quasi tutti ancora al di fuori del contesto lavorativo.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Scavalco ferroviario al via i lavori

Il miglioramento della logistica intermodale fa un passo avanti grazie al collegamento ferroviario diretto con le banchine del Porto di Livorno.

Focus Interporto

Sull’inserto del Il Tirreno, Toscana Economia, un focus dedicato alla nostra realtà:

leggi l’articolo PAG6
leggi l’articolo PAG7

Squadra che vince non si cambia

Riconfermati nel Cda Nastasi, Fulceri, Provinciali, Manaresi e Donati

L’Assemblea dei soci dell’Interporto Vespucci ha riconfermato per il triennio 2018-2021 gli attuali organi amministrativi. Rimangono quindi nel cda: Rocco Nastasi, Bino Fulceri, Massimo Provinciali, Adriana Manaresi e Donatella Donati. Confermati anche nel Consiglio Sindacale Simone Morfini, Roberto Lombardi e Gaetana Costagliola.

L’Assemblea ha inoltre dato mandato ai vertici del polo di Guasticce di chiedere i pareri necessari per valutare se la partecipazione pubblica, non muti la natura di soggetto privato della società, assoggettandola al regime giuridico pubblicistico. Una risposta al quesito è attesa per gli inizi di settembre.

“Nei tre anni trascorsi – ha dichiarato Nastasi, che è stato ringraziato dai soci per il lavoro svolto – Interporto è riuscita a ottenere risultati importanti. Abbiamo portato in dote alla struttura un quadro contabile positivo e avviato una politica di rilancio del ruolo logistico e intermodale della struttura.

Interporto: un passo in avanti verso la Green Economy

Le batterie dismesse delle auto elettriche possono fornire energia per altri 5 o 10 anni.

Per questo, Share’ngo, Green Energy Storage e Materials Mates Italia hanno costituito il consorzio N.E.Mo, individuando l’ Interporto Vespucci come centro di eccellenza per la ricerca applicata dell’integrazione tra la Green Energy e la mobilità elettrica e sostenibile.

Interporto potrebbe diventare un polo all’ avanguardia per le imprese che operano nel campo della second life delle batterie (approfondisci QUI)

Nuove oppurtunità per chi vuole investire

Per le imprese che vogliono insediarsi all’interno dell’ Interporto Vespucci, polo logistico e asset strategico del Sistema Portuale dell’Alto Tirreno, il momento potrebbe essere propizio:

il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato la Circolare che definisce la riapertura del bando della Legge 181/89, per agevolazioni alle iniziative imprenditoriali nell’area di crisi industriale complessa del Polo produttivo ricompreso nel territorio dei Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

Per approfondimenti CLICCA QUI

Progetti di formazione

Interporto ospiterà parte dell’attività formativa che preparerà 10 persone alla conduzione di carrelli, RS e ralle.
L’attività guidata da LTA vede la collaborazione di Interporto Vespucci, Interporto di Prato e la società Global Service per la sezione di formazione in simulazione virtuale.

 

Parlano del progetto L.I.S.T.

Camera di Commercio Maremma e Tirreno
Provincia di Livorno sviluppo

Il progetto TOR Trailers onto Rail

TOR è il nome del progetto che l’Interporto Vespucci in collaborazione con altri partner pubblici e privati ha messo in campo per promuovere uno sviluppo sostenibile del sistema logistico e dei trasporti, attraverso la valorizzazione delle infrastrutture presenti e l’ intermodalità per il trasporto delle merci.

TOR sta per Trailers onto Rail, semirimorchi sul treno, un servizio intermodale strada-ferrovia per il trasporto delle merci dal Mediterraneo Occidentale ai mercati dell’Europa Centro-Settentrionale e viceversa.

Il porto di Livorno, è il primo porto in Italia per il traffico RO-RO e continua a registrare forti incrementi per questa tipologia di trasporto. Per fluidificare i flussi di traffico che andranno gradualmente ad aumentare, l’Interporto Toscano Amerigo Vespucci mette a disposizione la propria infrastruttura attivandosi come Gate Portuale e scalo per l’instradamento dei semirimorchi su ferro verso i più importanti hub del Nord Italia, riducendo il congestionamento dei terminal, delle aree portuali e delle vie d’accesso.

I PARTNER DEL PROGETTO:
Ram S.p.A. – Interporto Toscano Amerigo Vespucci S.p.A. – RFI rete ferroviaria italiana – Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale – Regione Toscana – Regione Veneto – Consorzio Zai Interporto Quadrante Europa – Interporto di Padova S.p.A.

6th Med Ports 2018

L’ Interporto Toscano Amerigo Vespucci, parteciperà alla VI° edizione del Med Ports che si terrà a Livorno presso l’Hotel Palazzo nei giorni 17-18-19 Aprile. Un’occasione di incontro e promozione rivolto ad investitori esteri, delle infrastrutture portuali, logistiche e dei trasporti del Mediterraneo.

Per il programma dettagliato dell’evento consulta il sito:
www.transportevents.com